I temi della Rivista Sophia (Lugl.-Dic. 2017)

Presentazione del secondo numero del 2017 del semestrale accademico: “Sophia – Ricerche su i fondamenti e la correlazione dei saperi”.

 

Alcuni brani dell’editoriale

 

Nella scia del precedente fascicolo monografico, il numero raccoglie diversi contributi che vogliono essere espressione e implicazione, nei diversi ambiti disciplinari, di quell’orizzonte formale del pensare denominato “ontologia trinitaria”. Gli articoli in esso raccolti muovono, infatti, la loro riflessione a partire da quell’unità teoretica, sempre aperta e inconfusa, tra filosofia e teologia che si incarna, nella vita accademica (…).

Il fascicolo ospita dapprima due saggi. Il primo, intitolato Prospettive di analisi per un «umanismo» heideggeriano, di Alessandro Gargiulo, parte dalla Lettera sull’Umanismo, saggio decisivo per l’interpretazione del pensiero filosofico di Martin Heidegger. Insieme a una presentazione della complessità argomentativa del filosofo, vengono esaminate le letture heideggeriane di tre autori, V. Vitiello, P. Sloterdijk e U. Regina che, da diverse prospettive, hanno cercato di rispondere alla domanda su chi è l’uomo, offrendo interessanti chiavi di lettura che dischiudono stimolanti interpretazioni sull’identità dell’umano.

Il secondo saggio, di Alessandro Clemenzia, intitolato La libertà in Dio. Sulle tracce di una nuova ontologia, offre una rilettura del tema della libertà in prospettiva trinitaria. A partire da una rivisitazione dell’“ontologia della libertà” del filosofo Luigi Pareyson e attraverso il contributo di alcuni teologi che hanno approfondito e sistematizzato il tema in divinis, come Hans Urs von Balthasar e Leonardo Paris, l’Autore ripropone il tema della libertà “in Dio” alla luce di un’ontologia trinitaria, fondando le proprie argomentazioni sul pensiero in proposito di Piero Coda. È infatti precisamente una risemantizzazione teologica del significato della libertà a offrire le coordinate per comprendere in modo pertinente la libertà dell’uomo.

Viene poi introdotta la sezione “laboratorio” con l’articolo di Vito Antonio Girardi, Metafisica e relazione in Francisco Suárez e l’orizzonte dell’ontologia trinitaria, frutto di una ricerca condotta presso la Facoltà di Filosofia dell’Università di Bari: «Il progetto metafisico di Francisco Suárez e la categoria della relazione». (…)

La Rivista presenta infine, per la prima volta, una sezione dedicata alle Cattedre di Sophia. Sotto questo titolo si fa riferimento a un’attività extracurriculare dell’Istituto Universitario Sophia, offerto alla comunità accademica e aperto al territorio, per dialogare con esponenti di spicco della cultura contemporanea. Il saggio qui riportato, intitolato Il mio cammino tra Antico Testamento, Apocrifi, Apocalissi e Vangeli, è stato presentato, il 1 giugno 2012, dal professor Paolo Sacchi: una delle figure più rappresentative della cultura italiana, noto a livello internazionale per i suoi lavori sulla letteratura giudaica del secondo Tempio. L’Autore vi ripercorre il suo ricco cammino intellettuale, dove le diverse tappe della ricerca scientifica hanno marcatamente inciso e ritmato la sua biografia di studioso e di uomo.

 

Indice

 

SAGGI
Alessandro Gargiulo – Prospettive di analisi per un «umanismo» heideggeriano
Alessandro Clemenzia – La libertà in Dio. Sulle tracce di una nuova ontologia

LABORATORIO
Vito Antonio Girardi – Metafisica e relazione in Francisco Suárez e l’orizzonte dell’ontologia trinitaria

CATTEDRE DI SOPHIA
Piero Coda – Paolo Sacchi: significato e valore di una singolare testimonianza accademica
Gérard Rossé – Alcune note bio-bibliografiche di Paolo Sacchi
Paolo Sacchi – Il mio cammino tra Antico Testamento, Apocrifi, Apocalissi e Vangeli

Post correlati

No results found

Menu
X