“Noi giovani giuristi vogliamo, anzitutto, essere il cambiamento che desideriamo avvenga nel mondo, e pertanto ci impegniamo in prima persona, ognuno nell’ambiente in cui opera, come studenti, ricercatori e operatori del diritto, a realizzare un mondo in cui la dignità umana venga realmente compresa e rispettata.”

(Dal Documento conclusivo del Congresso di Comunione e Diritto, 2011)

 

Tre giorni in settembre, dal 19 al 21, all’Istituto Universitario Sophia, a Loppiano – Human Rights and the Right to Peace: Journeying with Humanity. L’appuntamento riunisce giovani giuristi di nazionalità differenti, culture e tradizioni, insieme a professori e operatori del diritto, che si ritrovano nell’esperienza di Comunione e Diritto, espressione del Movimento dei focolari, per riflettere sui paradigmi propri della cultura giuridica, che regolano i diritti umani e l’immenso patrimonio della pace, alla luce del principio di fraternità universale.

Un Seminario di ricerca che è un laboratorio, anzitutto, nell’ambito di un progetto culturale più ampio che guarda all’unità della famiglia umana nel cammino tracciato dal carisma di Chiara Lubich: United World Project. Un orizzonte che dà valore anzitutto alla storia di uomini e donne di tutti i tempi, e che apre sentieri nuovi. Uno di questi sentieri, nei prossimi mesi, vedrà impegnata tutta la comunità dei Focolari nel mondo, in particolare i giovani e i ragazzi, in un’azione di respiro mondiale rivolta a quanti hanno a cuore la dignità di ogni essere umano e di ogni popolo.

Mentre tanti drammi della storia continuano a lacerare l’umanità con deflagrazioni di violenza, abusi, nuove forme di riduzione in schiavitù, mentre i diritti umani fondamentali mancano di effettività e abbiamo smarrito la visione unificata e unificante della persona, la domanda di giustizia non rimane senza risposta. L’unità si fa oggi prospettiva capace di comporre e risanare. Vuole essere questo ciò che fa da sfondo al Seminario. Se le Carte dei diritti appaiono una “fonte” impoverita, come definire oggi i diritti umani? Come prevenire i conflitti e promuovere il diritto alla pace?

La recente costituzione del Sophia Center for Research in Politics and Human Rights quale centro di studi avanzati dell’Istituto Sophia, intende essere un ulteriore strumento di ricerca accademica in questo ambito. Collaborando al programma del Seminario, porterà il contributo specifico di un paziente lavoro di approfondimento che punta a riscoprire i fondamenti e le prospettive della cultura giuridica, fino a dare significato a quanto recita la stessa Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Infine il confronto fra i giovani si farà laboratorio per mettere le basi alla preparazione della Summer School che nel 2020 si terrà a Trento nell’anno del centenario della nascita di Chiara Lubich.

E’ di questi giorni, del resto, anche l’invito di papa Francesco, nel suo Messaggio per un Patto Educativo” (12.9.2019), a dialogare per superare «contrapposizioni e ricostruire il tessuto di relazioni per un’umanità più fraterna» con «un’alleanza generatrice di pace». Il Seminario vuole essere un passo in questo cammino, alla ricerca di una autentica comprensione della realtà resa più vera dal vissuto dell’altro, che in qualche modo ci appartiene.

Adriana Cosseddu

Menu
X