Si conclude la Week of Unity, organizzata dall’Istituto Universitario Sophia di comune accordo con il Risalat International Institute di Qum (Iran) ed il Centro per il dialogo interreligioso del Movimento dei Focolari. ll quotidiano online cittànuova.it racconta un’esperienza indimenticabile.

Trento, 7 dicembre 2018. La data e il luogo non sono casuali, come pure non lo è la formazione del gruppo di ricerca. La prima, infatti, segna sull’orologio della storia il settantacinquesimo anniversario della scelta di Chiara Lubich di dedicare la sua vita a Dio, lasciando tutto per seguirlo. Un atto nascosto in quel lontano 1943, che ha aperto una delle pagine più avvincenti della storia della seconda metà del novecento: quella spesso nascosta, di una ragazza trentina che ha dato vita a un nuovo stile di vita cristiana da cui sarebbe nato, poi, in una varietà di modalità il fenomeno del nuovo movimentismo cattolico, che rappresenta uno dei fenomeni più interessanti della vita della Chiesa conciliare e, soprattutto, post-conciliare.

Dall’altro, il gruppo che ha celebrato questo anniversario è formato da una cinquantina di persone, in maggioranza giovani, musulmani sciiti e cattolici. Le provenienze sono varie: Libano, Egitto, Iran, Emirati Arabdi, Usa, Inghilterra, Canada, Argentina, Italia. Tutti protagonisti di questa Week of Unity, ultimo passo di un progetto nato come una profezia: Wings of Unity, le ali dell’unità. Si tratta di… CONTINUA A LEGGERE DAL SITO DI CITTA’ NUOVA

Menu
X