Il battesimo di Gesù di Piotr Zygulski (EDB, Bologna 2019)

In questo breve saggio Piotr Zygulski – dottorando a Sophia – ci invita ad accompagnarlo in un percorso esegetico su uno degli eventi più noti e determinanti del Vangelo, e cioè quello in cui Gesù di Nazareth si fa battezzare da Giovanni Battista. L’autore porta avanti il suo lavoro con freschezza e rigorosità, senz’altra pretesa che quella di offrire a un pubblico ampio – anche a chi non frequenta gli ambienti ecclesiali – la possibilità di essere introdotti al metodo storico-critico come una delle vie – ormai ineludibile – di accesso ai testi neotestamentari. Il libro sviluppa lo scheletro di una conferenza rivolta a un pubblico di non esperti; conserva maggiormente perciò il carattere orale e il linguaggio divulgativo, anche se sempre pertinente.
Il presupposto metodologico che viene assunto è che gli ambiti disciplinari delle scienze che studiano i testi sacri vanno tenuti distinti ma non isolati. Teologia e scienze storiche, pur avendo oggetti e metodi diversi, possono incontrarsi e reciprocamente illuminarsi verso una comprensione più piena dei loro propri oggetti e metodi. Per usare le parole dell’autore: «le questioni storiche non possono essere risolte invocando presupposte verità di fede; nondimeno, la teologia è chiamata ad arricchire con i propri metodi e linguaggi le asciutte acquisizioni storiche, che non possono essere ignorate».

Ci viene proposto, dunque, d’immergerci nelle fredde acque della ricerca sulla storicità di Gesù ripercorrendo l’evento del suo battesimo, lasciando da parte ogni sicurezza dovuta a precomprensioni di fede. Al termine del percorso possiamo «conoscere Gesù in modo più concreto – incarnato, potremmo dire –, verso una relazione che sia viva, reale e profonda con lui». L’autore ci fa da giuda lasciandosi interrogare – e il lettore con lui – da alcune questioni “incomode” riguardo l’evento del battesimo di Gesù: si è fatto veramente battezzare dal Battista? Come mai si è “sottomesso” ad un altro? Se Giovanni proclamava un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, Gesù allora aveva peccato o, in ogni caso, si considerava un peccatore? E infine: possiamo dare una risposta definitiva a questi – e altri – interrogativi riguardanti la storicità di alcuni passi della vita di Gesù narrati dai vangeli, e a quale scopo? Dove finisce il campo della ricerca storica e dove comincia quello della teologia?
L’esito del lavoro è una succinta ma competente rielaborazione delle principali linee interpretative offerte dalla ricerca storico-critica intorno all’evento del battesimo di Gesù, nell’ottica di un dialogo riuscito tra storia e fede. La freddezza del dato storico non ha la pretesa di distruggere la fede, bensì di fondarla più solidamente, cogliendo l’intenzione dell’evangelista che narra la vicenda di Gesù a partire da quella luce che scaturisce dalla drammaticità dell’evento pasquale.
Vorrei per ultimo riportare le parole conclusive della postfazione di Gérard Rossé – docente emerito di teologia biblica a Sophia – che descrivono molto bene l’esperienza che il lettore può aspettarsi di fare nel leggere queste pagine: «Forse questo pubblico sarà stato disorientato sul momento dall’immersione nell’acqua fredda […] ma ne sarà uscito rinvigorito e con il desiderio di approfondire e di continuare a farlo».

Raul Buffo

Menu
X