Sabato 16 marzo, a Manfredonia – cittadina pugliese in provincia di Foggia – si è tenuta la 10° edizione del premio “Chiara Lubich: Manfredonia città per la fratellanza universale”, conferito quest’anno anche all’Istituto Universitario Sophia. A ricevere il Premio due docenti con una piccola rappresentanza di studenti.
Sophia è stata premiata “per l’approccio a un insegnamento-apprendimento interdisciplinare (filosofia, antropologia, sociologia, pedagogia, economia, teologia ecc…) ed interculturale che pone al centro della conoscenza l’”uomo”, e per il contributo innovativo alla relazione docenti-studenti”.
L’evento è stata una testimonianza di umanità e fraternità che sulla scia dell‘economia profetica ha saputo mostrare un nuovo volto dell’economia, un’economia che nonostante le circostanze a volte limitanti non si stanca di andare controcorrente per costruire un mondo migliore all’insegna della solidarietà, della sensibilità, della comunione e della centralità della persona.

In parole degli studenti:

“E’ stata una bellissima esperienza perché è anche un modo di celebrare tutti gli sforzi che le persone fanno per la società nella loro vita di ogni giorno, attraverso il lavoro, prendendo iniziative sociali, partecipando ad associazioni…In effetti, siamo abituati a sentire notizie negative nei telegiornali e ci manca la parte positiva, ben più numerosa.
Il fatto che Sophia venga premiata mi rende molto orgogliosa di farne parte, anche perché conferma gli sforzi di Sophia nelle ricerche e nell’insegnamento per una fraternità universale”.

“Per me l‘esperienza di andare a Manfredonia è stata rilevante sotto due aspetti. Da una parte, perché mi ha fatto ripensare e valorizzare tutte le virtù che trovo a Sophia ogni giorno e che a volte sembra dimentichiamo; in realtà ci abituiamo e diventano un qualcosa che fa già parte di noi. Dall’altra, ho conosciuto una realtà che, seppur distante nove ore di viaggio da Sophia, allo steso tempo è vicina. Abbiamo scopi che ci uniscono fortemente, come quello della fraternità”.

“La presenza di bambini, giovani e adulti è stata per me la conferma che non è mai troppo presto o troppo tardi per migliorare e interessarci di questi temi ma a partire dai più piccoli possiamo, nel nostro piccolo, fare la nostra parte: ognuno di noi è custode di questa realtà che ci circonda”.

“Grazie all’evento del premio dell’associazione “Mondo Nuovo ” per l’economia profetica possiamo vivere e condividere con gli altri i nostri sogni realizzati nella nostra vita; questa cosa ci dà più energia e spinta per andare sempre oltre”.

Menu
X