fbpx

“Educare è abitare la relazione…”

non saprei cosa scegliere tra le molteplici suggestioni suscitate nell’anima e spinto a propositi di nuova vita dalla relazione di Emanuele Pili; è da tenere a portata di mano per ricordarci che“educare è abitare la relazione, è lei che educa educatore ed educando … ribaltare la logica con cui normalmente pensiamo e lasciar trasfigurare il nostro sguardo dalla e nella dinamica della speranza, che è anche la dinamica più autenticamente umana, perché divina, e divina, perché umana”.

E poi Emilio Rocchi dalla EG“Non basta però essere consapevoli delle sfide che riguardano la comunità occorre anche impegnarsi a superarle insieme: anziani e giovani, valorizzando ciascuno i talenti degli altri, perché entrambi sono la speranza dei popoli” (108) e molto altro ancora.

Le esperienze hanno sottolineato il be protagonist dei giovani, i progetti, le attuazioni, le sfide superate e da superare di comunità piccole e grandi.

E ora l’ultimo appuntamento a parlare del Protagonista, Lui fra noi, l’unico Maestro

Le conclusioni o meglio, le prospettive di un domani- già oggi – carico di speranza, di unità d’intenti perché in questi giorni tutti noi abbiamo fatto esperienza che il mondo si può cambiare insieme, a ogni latitudine.

Articoli correlati

Nessun articolo correlato

Menu
X