fbpx

Nuovo studio su Giorgio La Pira sindaco

In viaggio verso Firenze. Una lettura storico-politologica su Giorgio La Pira“: è stato pubblicato nel mese di dicembre 2019 l’ultimo lavoro di Marco Luppi, docente di Storia politica contemporanea dell’Istituto Universitario Sophia. .

In una lunga e curata Prefazione, Paolo Pombeni, professore emerito dell’Università di Bologna, scrive: «La biografia intellettuale è un genere letterario molto impegnativo […] Lo diventa in maniera del tutto particolare nel caso di personalità che sono, per dire una banalità, un po’ fuori dall’ordinario come è il caso di Giorgio La Pira, che è stato uomo di fede, ma anche un personaggio politico di spicco sulla scena nazionale ed internazionale, ed ancora un intellettuale capace di un dialogo profondo con le problematiche del suo tempo.

Marco Luppi ha affrontato con coraggio questa complessità ed ha ricostruito il percorso di La Pira nella poliedricità di tutti questi aspetti, senza indulgere, ed è un pregio da sottolineare, ad un certo psicologismo che spesso indebolisce il confronto con le personalità di questo spessore. La storia del professore di diritto romano […] parte dal suo rapporto con il cattolicesimo nel declinare progressivo del regime fascista ed arriva sino alla svolta degli anni Settanta del secolo scorso. […] In questo contesto vanno inquadrati, come la ricerca di Luppi fa bene, i diversi ambiti in cui può essere condensata la vivace esperienza lapiriana […] due sono di importanza in una prospettiva più globale, e si tratta della questione della risposta che il cristiano deve dare alle sfide che gli propone la storia nonché del rapporto che la Chiesa deve avere con la nuova epoca, mentre altre due, pur di grande significato, hanno una prospettiva più contingente, e sono il ruolo che la “città” può esercitare ai vari livelli, anche internazionali, e il problema economico in un’età di grandi crisi […].

Recuperare con pazienza e con intelligenza lo spessore della figura di La Pira, sottraendolo all’oleografia banalizzante del “sindaco santo” (quella del “comunistello di sacrestia” speriamo sia ormai seppellita per sempre), è un merito di questo studio di Marco Luppi che costituisce una lettura di grande interesse non solo per gli studiosi di storia e di politica, ma per tutti coloro che amano ancora rapportarsi alle fonti di un impegno per la costruzione della democrazia che in Italia
non fu affatto banale come talora si scrive qua e là disinvoltamente». (Dalla Prefazione, pp.5-16.)

 

Vedere anche: Marco Luppi, In viaggio verso Firenze. Una lettura storico-politologica su Giorgio La Pira, Edizioni Polistampa, Firenze 2019, pp. 445.

Articoli correlati

Menu
X