fbpx

Scompare Massimo Toschi, un “abile di pace” grande amico di Sophia

Se ne è andato Massimo Toschi, filosofo e impegnato in politica, uno degli amici toscani più vicini alla visione che anima la vita dell’Istituto. Ricordiamo con affetto e profonda stima le parole del suo libro “Un abile per la pace” da lui pronunciate il 20 marzo 2014, in occasione della presentazione:

“Quando mi sono trovato – è uno stralcio del libro – dinanzi a Mandela o a Tareq Aziz, a Peres o ad Arafat, a Clinton o a Declerq, quando ho parlato con amici come Romano Prodi o Kalida Messaoudi, ho pensato che io ero solamente il prestanome delle vittime, in particolare i bambini, quelli che pagano sempre il prezzo più alto della stoltezza del mondo. (…) E allora ci può essere un disabile per la pace, anzi la mia disabilità mi ha insegnato che c’è una unica forza che salva il mondo: la forza della mitezza, che fa dei poveri i maestri della pace”

Tanto ha dato alla comunità di Sophia condividendo le sue competenze e riflessioni sui temi della cooperazione internazionale, ma anche la sua esperienza di maturazione personale di una vocazione politica al bene comune, il suo pensiero sulla necessaria sensibilità con cui la vita di ciascuno può aprirsi all’incontro con l’altro, sia durante le sue lezione nei corsi di Sophia Web Academy che negli incontri del CEG a cui partecipava. A Lucca il 13 novembre scorso è stata presentata la sua biografia Beati i pacifici, il giusto tributo a un uomo che ha incarnato nella sua esistenza la beatitudine dei pacifici.

Per saperne di più leggi l’articolo di Città Nuova.

Menu
X