fbpx

E’ di poche ore fa la notizia della firma del Manifesto per l’Università sottoscritto mercoledì 15 maggio a Roma da mons. Stefano Russo, Segretario generale della CEI/Conferenza Episcopale Italiana, e da Gaetano Manfredi, rettore dell’Università degli studi di Napoli “Federico II” e presidente della CRUI/Conferenza dei Rettori delle Università Italiane.

Un testo di grande interesse “che vede anche il nostro Istituto pienamente sintonico”: sono parole di Maria Stella Giannetti, che coordina l’Ufficio Comunicazione e Relazioni Esterne di Sophia. E come ha suggerito mons. Russo nella sua presentazione, che potrà “offrire al nostro Paese un punto di vista comune, positivo e propositivo sull’Università, quale luogo strategico per la formazione dei giovani e per il bene dell’Italia”.

Dal Manifesto: “Uno sviluppo integrale e sostenibile. Per il bene delle persone e soprattutto delle nuove generazioni, appare prioritario diffondere saperi e strumenti che promuovano uno sviluppo integrale e sostenibile delle nostre società. Per questo, occorre adoperarsi al fine di promuovere i valori sociali e ambientali della custodia della casa comune e dell’unità di tutta la famiglia umana, migliorando le collaborazioni interdisciplinari e aumentando il peso delle dimensioni sociali e culturali nei programmi di sviluppo sostenibile dell’istruzione e in tutte le iniziative formative.”

————————-

Riconoscendo vicendevolmente il loro ruolo formativo e culturale nella società italiana, la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (Crui) e la Conferenza Episcopale Italiana (Cei) desiderano, di fronte alle nuove sfide, essere insieme attori ed alleati, condividendo un “Manifesto per l’Università”, che si apre con una serie di punti riguardanti l’identità dell’Università su cui CEI e CRUI esprimono concordanza di vedute.

In particolare:

  • Diritto all’educazione e alla cultura.
  • Università come comunità di studio, di ricerca e di vita.
  • Umanesimo solidale.
  • Cultura del dialogo e della libertà di educazione e ricerca scientifica.
  • Autonomia universitaria e sussidiarietà.
  • Integrazione tra competenze formali e informali.
  • Cittadinanza globale.
  • Sviluppo integrale e sostenibile.
  • Cultura digitale.

Al fine di dare attuazione a tali obiettivi, Crui e Cei si impegnano a:

  • Favorire lo scambio reciproco di esperienze e informazioni.
  • Inserire nei programmi per la formazione delle giovani generazioni insegnamenti e moduli che diano conto dell’unitarietà della dimensione spirituale e culturale.
  • Favorire iniziative, progetti e contesti relazionali nelle singole Università che umanizzino lo studio e la ricerca e valorizzino una didattica attenta alla persona e orientata alla formazione di una coscienza critica e solidale.
  • Promuovere, attraverso i rispettivi canali informativi e presso gli enti territoriali afferenti a Crui e Cei, comprese le associazioni e i coordinamenti pertinenti, eventi e occasioni di scambio.
  • Favorire la nascita di accordi, protocolli di intesa e strumenti pattizi a livello locale e territoriale fra gli Atenei e le Diocesi d’Italia, per promuovere servizi e strutture calibrati alle necessità integrali della persona.
  • Condividere esperienze e promozione di progetti di ricerca e di attività per rilanciare la “terza missione” dell’Università.
  • Favorire esperienze di volontariato e tirocinio su progetti condivisi tra Università e Diocesi.
  • Promuovere azioni congiunte nei confronti delle istituzioni culturali, politiche, amministrative e sociali, nazionali e locali, rispetto ai temi del presente manifesto.
  • Prevedere una linea diretta di dialogo tra le istituzioni attraverso specifici delegati.

Da Città Nuova online

Menu
X